IMlog
Corporate blog: tempi lunghi...
Autore: Matteo.Balzani | Categoria: Ricerche | Data: Martedý, 6 Giugno 2006 

Leggo su Adverblog che eMarketer ha pubblicato un'interessante ricerca riguardo alla percezione dei corporate blog tra i dirigenti delle Fortune 1000:

emarketer_corporateblogs.gif

Le percentuali parlano da sole.
Si legge inoltre che solo il 15% sa o ritiene che i dipendenti della sua azienda scrivano su un blog cose inerenti all'azienda e addirittura soltanto il 30% ha capito chiaramente cosa significa il termine internet blog.

Probabilmente anche in USA i tempi in cui i corporate blog saranno parte integrante del sistema comunicativo delle aziende sono ancora di lÓ da venire.

Per chi Ŕ interessato eMarketer mette a disposizione un magnifico report "The business of blogging", alla modica cifra di 695 $... :)

Commenti

Advertising
Commenti Recenti
TAG

Post Recenti
Archivio
Categorie
Link
Autori
Andrea.Boscaro (4)
Andrea.Cappello (3)
Antonella.Cadeddu (28)
Claudia.Lanteri (2)
Claudio.Iacovelli (4)
Elisabetta.Oldrini (35)
Enrico.Bianchessi (21)
Eva.Bassi (2)
Federico.Riva (27)
Francesca.Gugliucci (2)
Gianluca.Arnesano (2)
Gianluca.Demarchi (19)
Gianluca.Diegoli (12)
Giorgio.Baresi (1)
Giuseppe.Mayer (114)
Jacopo.Gonzales (7)
Laura.Cocorempas (9)
Lorenzo.Citro (3)
Lorenzo.LaRegina (1)
Lucia.Vellandi (3)
M. Bancora (120)
Marco.Loguercio (3)
Martina.Zavagno (2)
Matteo.Balzani (490)
Maurizio Goetz (136)
Maurizio.Caimi (2)
Michele.DeCapitani (1)
Redazione (50)
Riccardo.Porta (2)
Roberto Cucco (4)
Sebastiano.Pagani (38)
Simone.Lovati (11)
Thomas.Grones (3)
Thomas.Salerno (1)



Tutti i contenuti sono liberamente riproducibili citando la fonte. I commenti ai post appartengono ai rispettivi autori, i quali si assumono la responsabilitá di quanto scritto. I testi degli interventi appartengono ai rispettivi autori. Tutte le email comunicate sono archiviate esclusivamente per pubblicare il blog. Tutti i contenuti sono pubblicati sotto la licenza Creative Commons. Le opinioni riportate in questo sito non rispecchiano necessariamente nÚ hanno legami con le posizioni degli autori nelle aziende in cui lavorano, collaborano o forniscono consulenze.