IMlog
La Chiesa in YouTube!
Autore: M. Bancora | Categoria: Avvistamenti | Data: Domenica, 11 Febbraio 2007 

stemma.jpegSul Guardian di oggi sono analizzati i beneficiari dell'acquisizione di YouTube da parte di Google. Ci sono i fondatori e le classiche venture capital per cui non c'Ŕ nulla di nuovo. Ma ci sono anche la Chiesa Episcopale e l'UniversitÓ di Oxford, che hanno creduto fin dagli albori al progetto di YouTube. L'articolo si conclude con la rivelazione shock per cui la centralinista possiede ora (se non le ha giÓ vendute) $1,2 milioni di azioni di Google. Non male, eh? E non utilizzavano delle linee in dial-up... :)

Commenti

ma puo' essere che la chiesa deve stare sempre in mezzo????esprimo un profondo dissenzo contro di essa e sprtt contro il suo potere mediatico.
Internet e' libero dal controllo delle potenze mondiali e quindi chiesa fatti da parte,non ti bastera' qualche video su you tube per ingannarci la mente!!!!!

Inviato da: mattaexx @ 15.02.08 01:46

quando si dice avere cul^H^H^Hfortuna.. :-)

Inviato da: ale.com @ 13.02.07 09:56

Advertising
Commenti Recenti
mattaexx: ma puo' essere che la chiesa deve stare sempre in [Leggi]
ale.com: quando si dice avere cul^H^H^Hfortuna.. :-) [Leggi]
TAG

Post Recenti
Archivio
Categorie
Link
Autori
Andrea.Boscaro (4)
Andrea.Cappello (3)
Antonella.Cadeddu (28)
Claudia.Lanteri (2)
Claudio.Iacovelli (4)
Elisabetta.Oldrini (35)
Enrico.Bianchessi (21)
Eva.Bassi (2)
Federico.Riva (27)
Francesca.Gugliucci (2)
Gianluca.Arnesano (2)
Gianluca.Demarchi (19)
Gianluca.Diegoli (12)
Giorgio.Baresi (1)
Giuseppe.Mayer (114)
Jacopo.Gonzales (7)
Laura.Cocorempas (9)
Lorenzo.Citro (3)
Lorenzo.LaRegina (1)
Lucia.Vellandi (3)
M. Bancora (120)
Marco.Loguercio (3)
Martina.Zavagno (2)
Matteo.Balzani (490)
Maurizio Goetz (136)
Maurizio.Caimi (2)
Michele.DeCapitani (1)
Redazione (50)
Riccardo.Porta (2)
Roberto Cucco (4)
Sebastiano.Pagani (38)
Simone.Lovati (11)
Thomas.Grones (3)
Thomas.Salerno (1)



Tutti i contenuti sono liberamente riproducibili citando la fonte. I commenti ai post appartengono ai rispettivi autori, i quali si assumono la responsabilitá di quanto scritto. I testi degli interventi appartengono ai rispettivi autori. Tutte le email comunicate sono archiviate esclusivamente per pubblicare il blog. Tutti i contenuti sono pubblicati sotto la licenza Creative Commons. Le opinioni riportate in questo sito non rispecchiano necessariamente nÚ hanno legami con le posizioni degli autori nelle aziende in cui lavorano, collaborano o forniscono consulenze.