IMlog: il blog per chi fa marketing, online dal 1996.

10.11.04

Musica (digitale) per le mie orecchie

FAVE CLUBElio e le Storie Tese da sempre sono stati affascinati dalle nuove tecnologie, a partire dalle sonoritÓ fino ad arrivare al sito web, ma in generale, e lo dico ovviamente da fan sfegatato, sono sempre stati avanti.

Un'iniziativa a mio parere ottima, anche se non sono stati i primi a farlo (vedi Pearl Jam), sono quelli che loro chiamano CD brulŔ, ovvero le registrazioni dei concerti vendute subito dopo il concerto stesso, "cotti e mangiati". Il costo Ŕ di 10 euro e ovviamente ognuno Ŕ diverso e originale.
L'altra iniziativa strepitosa, che ha pi¨ a che fare con le tematiche trattae da IMlog, Ŕ quella dell'abbonamento all'Elio e Le Storie Tese FAVE CLUB.

Con 10 euro a trimestre, o 30 all'anno, Ŕ possibile diventare "Fave" e avere la possibilitÓ di scaricare TUTTA la produzione del complesso in 15 anni di onorata carriera. Oltre ai CD pubblicati sono a disposizione brani inediti e altre chicche, la possibilitÓ di essere presenti al soundcheck dei concerti, lo sconto del 20% nello store del sito (cross-selling!) la possibilitÓ di chattare con il gruppo e di essere presente alle puntate della trasmissione di Radio DeeJay "Cordialmente", la possibilitÓ di ascoltare la radio del gruppo e poi omaggi e sconti vari. Insomma, al costo di 1 CD e mezzo si pu˛ avere accesso a tutto quanto!

Credo, ma qui il mio amico Giuseppe ne sa sicuramente di pi¨, che sia una cosa simile all'NPG Music Club di Prince (peraltro recentemente premiato).
Il vero plus per i fan Ŕ quello di avere a che fare direttamente col gruppo, senza intermediari, senza major, senza agenti ecc. Con la garanzia di avere materiale originale e tutto quello che ne consegue ad un prezzo davvero accessibile a tutti.

Dal punto di vista pi¨ tecnico devo dire che i siti di Elio sono sempre stati ben fatti e curati, e anche questo nuovo non Ŕ da meno (anche se non mi piaccioni i frame...). Per quanto riguarda l'iscrizione pu˛ essere fatta online pagando con carta di credito o anche con la carta prepagata acquistabile ai concerti. Molto meglio di tanti sitarelli di e-commerce che teoricamente hanno in questo il fulcro del loro business...

Corro ad abbonarmi!

@ 10.11.04 15:07