IMlog
Spot Ferrero
Autore: M. Bancora | Categoria: Advertising | Data: Martedý, 9 Marzo 2004 

Un nuovo minisito della Ferrero in cui promuovono una nuova merendina. Personalmente non percepisco alcun valore aggiunto. Sembra quasi la trasposizione di uno spot pubblicitario. Hanno scelto di farci usare quattro dei nostri sensi: vista, tatto, gusto e udito. Usare per modo di dire.

PerchŔ non un bel gioco interattivo? Anche alla luce del fatto che, secondo una ricerca di AOL, le donne sopra i 40 anni sono le maggiori utilizzatrici dei giochi online e quelle con un'etÓ inferiore ai 40 anni non scherzano, almeno negli Stati Uniti. I giochi online pare siano un modo per fermare gli adulti davanti al computer fino a tarda ora.

Commenti

CHI CANTA LA CANZONE DELLO SPOT DELLA FERRERO ROCHER

Inviato da: RENATO @ 04.02.05 14:58

Meglio che le Ra vadano a fare la spesa e che i giochini li facciano i loro figli ....sarei per una intepretazione pi¨ pragmatica !!

nik

Inviato da: nik carter @ 11.03.04 15:01

Beh, con i codici per le sorprese negli ovetti Kinder avevano fatto un lavoro molto migliore, almeno avevano sfruttato un po' di pi¨ il mezzo. questo mi sembra un considerevole passo indietro, e soprattutto una dimostrazione che sanno che essere su Internet Ŕ importante ma ancora non sanno bene come fare.

Inviato da: Matteo.Balzani @ 09.03.04 14:16

Come molte Grandi Aziende che stanno (ri-)considerando internet, credi che anche Ferrero abbbia deciso di approcciare il web con metriche simili alla pianificazione TV, ovvero monitorando la brand awarenss e la brand perception (con in piu' un mimimo di consumer interaction). Non so se usino online panels o i soliti istituti di ricerca, ma sono sicura che il monitoraggio stia avvenendo. Riconosco un valore in questo approccio, ma sono d'accordo che non sfruttino le peculiarita' di interazione al massimo.

Inviato da: Elisabetta @ 09.03.04 13:09

Advertising
Commenti Recenti
RENATO: CHI CANTA LA CANZONE DELLO SPOT DELLA FERRERO ROCH [Leggi]
nik carter: Meglio che le Ra vadano a fare la spesa e che i gi [Leggi]
Matteo.Balzani: Beh, con i codici per le sorprese negli ovetti Kin [Leggi]
Elisabetta: Come molte Grandi Aziende che stanno (ri-)consider [Leggi]
TAG

Post Recenti
Archivio
Categorie
Link
Autori
Andrea.Boscaro (4)
Andrea.Cappello (3)
Antonella.Cadeddu (28)
Claudia.Lanteri (2)
Claudio.Iacovelli (4)
Elisabetta.Oldrini (35)
Enrico.Bianchessi (21)
Eva.Bassi (2)
Federico.Riva (27)
Francesca.Gugliucci (2)
Gianluca.Arnesano (2)
Gianluca.Demarchi (19)
Gianluca.Diegoli (12)
Giorgio.Baresi (1)
Giuseppe.Mayer (114)
Jacopo.Gonzales (7)
Laura.Cocorempas (9)
Lorenzo.Citro (3)
Lorenzo.LaRegina (1)
Lucia.Vellandi (3)
M. Bancora (120)
Marco.Loguercio (3)
Martina.Zavagno (2)
Matteo.Balzani (490)
Maurizio Goetz (136)
Maurizio.Caimi (2)
Michele.DeCapitani (1)
Redazione (50)
Riccardo.Porta (2)
Roberto Cucco (4)
Sebastiano.Pagani (38)
Simone.Lovati (11)
Thomas.Grones (3)
Thomas.Salerno (1)



Tutti i contenuti sono liberamente riproducibili citando la fonte. I commenti ai post appartengono ai rispettivi autori, i quali si assumono la responsabilitá di quanto scritto. I testi degli interventi appartengono ai rispettivi autori. Tutte le email comunicate sono archiviate esclusivamente per pubblicare il blog. Tutti i contenuti sono pubblicati sotto la licenza Creative Commons. Le opinioni riportate in questo sito non rispecchiano necessariamente nÚ hanno legami con le posizioni degli autori nelle aziende in cui lavorano, collaborano o forniscono consulenze.