IMlog
LinkedIn store: i dipendenti fanno da modelli
Autore: Matteo.Balzani | Categoria: E-commerce | Data: Lunedý, 29 Ottobre 2007 

linkedin_shop.jpgAnche LinkedIn ha il proprio gadget store.
Non ha niente di speciale, una grafica semplice e pochi prodotti. E' molto carina per˛ l'idea di utilizzare i dipendenti come modelli. Fa molto social :)

Tanto lo so che alla fine la maglietta me la prendo...

Commenti

non avevo considerato l'ipotesi dello schiavismo Gianluca :)

a me sembrava carino, anche perchŔ la cosa Ŕ dichiarata, ci sono i nomi e i link ai loro profili. Le aziendine padronali usano i modelli solo per risparmiare ovviamente, qui ci sono sia i modelli pagati che i dipendenti.
cmq mi informo sulle condizioni di lavoro di LinkedIn e ti faccio sapere ;-)

Inviato da: Matteo.Balzani @ 30.10.07 11:29

non so se fa molto social :) in ogni caso usare i dipendenti Ŕ molto sfruttato anche da aziendine padronali della nostra zona in cui i dipendenti devono obtorto collo sorbirsi foto bizzarre con prodotti aziendali :))

Inviato da: Gianluca @ 30.10.07 11:05

Advertising
Commenti Recenti
Matteo.Balzani: non avevo considerato l'ipotesi dello schiavismo G [Leggi]
Gianluca: non so se fa molto social :) in ogni caso usare i [Leggi]
TAG

Post Recenti
Archivio
Categorie
Link
Autori
Andrea.Boscaro (4)
Andrea.Cappello (3)
Antonella.Cadeddu (28)
Claudia.Lanteri (2)
Claudio.Iacovelli (4)
Elisabetta.Oldrini (35)
Enrico.Bianchessi (21)
Eva.Bassi (2)
Federico.Riva (27)
Francesca.Gugliucci (2)
Gianluca.Arnesano (2)
Gianluca.Demarchi (19)
Gianluca.Diegoli (12)
Giorgio.Baresi (1)
Giuseppe.Mayer (114)
Jacopo.Gonzales (7)
Laura.Cocorempas (9)
Lorenzo.Citro (3)
Lorenzo.LaRegina (1)
Lucia.Vellandi (3)
M. Bancora (120)
Marco.Loguercio (3)
Martina.Zavagno (2)
Matteo.Balzani (490)
Maurizio Goetz (136)
Maurizio.Caimi (2)
Michele.DeCapitani (1)
Redazione (50)
Riccardo.Porta (2)
Roberto Cucco (4)
Sebastiano.Pagani (38)
Simone.Lovati (11)
Thomas.Grones (3)
Thomas.Salerno (1)



Tutti i contenuti sono liberamente riproducibili citando la fonte. I commenti ai post appartengono ai rispettivi autori, i quali si assumono la responsabilitá di quanto scritto. I testi degli interventi appartengono ai rispettivi autori. Tutte le email comunicate sono archiviate esclusivamente per pubblicare il blog. Tutti i contenuti sono pubblicati sotto la licenza Creative Commons. Le opinioni riportate in questo sito non rispecchiano necessariamente nÚ hanno legami con le posizioni degli autori nelle aziende in cui lavorano, collaborano o forniscono consulenze.