IMlog
iPhone 3G: costa la meta' o quello prima costava il doppio?
Autore: Matteo.Balzani | Categoria: Marketing | Data: Mercoledý, 11 Giugno 2008 
iphone.png
Che Apple abbia puntato molto sul prezzo per quanto riguarda il nuovo iPhone e' sicuramente un fatto molto significativo dal punto di vista del marketing. Evidentemente hanno deciso, per una volta, che i prodotti con la mela debbano essere accessibili anche a chi non ha o non vuole spendere cifre astronomiche.

Pero' "Twice as fast. Half the price" mi pare un'arma a doppio taglio.
Cioe' se dopo 1 anno mi riprensenti un prodotto migliorato, con nuove funzioni e allo stesso prezzo ha senso. Significa che sei riuscito a migliorare il tuo prodotto senza far salire i costi.
Ma se dimezzi il prezzo la mia percezione e' che prima mi hai fatto pagare troppo!

Detto questo la prossima volta che vado negli USA un iPhone me lo prendo di sicuro :)

Commenti

Premettendo che nei negozietti newyorkesi l'iphone viene venduto giÓ sbloccato, penso che apple tra non molto tirerÓ fuori un restyling del giocattolino perchŔ ha troppi difetti, primo tra tutti l'ingombro.

Mi auguro che lo facciano pi¨ sottile, pi¨ resistente e con un display wide!

Nota personale, ho avuto l'iPhone per un mese a Dicembre, a gennaio l'ho rivenduto perchŔ nonostante il mio spirito geek, ritengo che il dispositivo sia poco utilizzabile come telefono, tant'Ŕ che mi sono ricreduto sulla scelta di Apple di realizzare un iphone "zoppo" di nome ipod touch

Inviato da: Lavoro @ 14.06.08 11:10

@Ascanio: il dicorso valeva anche quando il prezzo era 399 dollari.
Dubito fortemente che l'iPhone sia solo un'operazione di immagine, altrimenti abbassare il prezzo non avrebbe avuto senso.
E non sono convinto che l'iPod porti nuovi utenti. Io almeno ho da anni un iPod e non ci penso nemmeno a comprarmi un Mac :)

@Gio: congiuntivi a parte seguiro' il tuo consiglio :)

Inviato da: Matteo.Balzani @ 12.06.08 15:18

Il prezzo cui fa riferimento Apple riguarda il prodotto ceduto dietro sottoscrizione di un abbonamento vincolante: non Ŕ il prezzo di mercato per l'oggetto in quanto tale.

Credo negli Stati Uniti non sia possibile acquistare il cellulare sbloccato, quindi non esiste un prezzo di riferimento reale.

E' vero che dal lancio iniziale dell'iPhone i prezzi in USA sono scesi parecchio, ma bisogna considerare che Apple guadagna attraverso la percentuale sul traffico telefonico e che prodotti come l'iPhone sono per l'azienda pi¨ un'operazione di immagine che un business a sŔ stante.

La casa di Cupertino ha sempre e solo vissuto dei computer (non per altro si continua a chiamare Apple Computers). Prodotti come l'iPod e l'iPhone hanno un impatto fondamentale sul mercato, promuovendo l'immagine di Apple nella lotta per accaparrarsi nuovi utenti Mac.

In quest'ottica un iPhone venduto sottocosto, o quasi, rimane un'operazione non solo accettabile ma anche molto furba. E i risultati si vedono.

Inviato da: Ascanio @ 12.06.08 14:44

compratelo... Se ci riesci dimmi qualcosa perˇ. PerchŔ a quanto pare non esci da un Apple store se prima non firmi un contratto con AT&T e non puoi attivarlo da iTunes. Auguri e fammi sapere ma prima Ú meglio che tu ti informa.

Inviato da: gio @ 12.06.08 14:31

Advertising
Commenti Recenti
Lavoro: Premettendo che nei negozietti newyorkesi l'iphone [Leggi]
Matteo.Balzani: @Ascanio: il dicorso valeva anche quando il prezzo [Leggi]
Ascanio: Il prezzo cui fa riferimento Apple riguarda il pro [Leggi]
gio: compratelo... Se ci riesci dimmi qualcosa perˇ. Pe [Leggi]
TAG

Post Recenti
Archivio
Categorie
Link
Autori
Andrea.Boscaro (4)
Andrea.Cappello (3)
Antonella.Cadeddu (28)
Claudia.Lanteri (2)
Claudio.Iacovelli (4)
Elisabetta.Oldrini (35)
Enrico.Bianchessi (21)
Eva.Bassi (2)
Federico.Riva (27)
Francesca.Gugliucci (2)
Gianluca.Arnesano (2)
Gianluca.Demarchi (19)
Gianluca.Diegoli (12)
Giorgio.Baresi (1)
Giuseppe.Mayer (114)
Jacopo.Gonzales (7)
Laura.Cocorempas (9)
Lorenzo.Citro (3)
Lorenzo.LaRegina (1)
Lucia.Vellandi (3)
M. Bancora (120)
Marco.Loguercio (3)
Martina.Zavagno (2)
Matteo.Balzani (490)
Maurizio Goetz (136)
Maurizio.Caimi (2)
Michele.DeCapitani (1)
Redazione (50)
Riccardo.Porta (2)
Roberto Cucco (4)
Sebastiano.Pagani (38)
Simone.Lovati (11)
Thomas.Grones (3)
Thomas.Salerno (1)



Tutti i contenuti sono liberamente riproducibili citando la fonte. I commenti ai post appartengono ai rispettivi autori, i quali si assumono la responsabilitá di quanto scritto. I testi degli interventi appartengono ai rispettivi autori. Tutte le email comunicate sono archiviate esclusivamente per pubblicare il blog. Tutti i contenuti sono pubblicati sotto la licenza Creative Commons. Le opinioni riportate in questo sito non rispecchiano necessariamente nÚ hanno legami con le posizioni degli autori nelle aziende in cui lavorano, collaborano o forniscono consulenze.